Concimi  ›   Informazioni tecnica  ›   Colture  ›  

Ortaggi

La qualità per l’alimentazione umana

Il potassio, per elevate performance produttive

Zolfo e magnesio, a tutela della qualità

Quale concime potassico utilizzare?

Sensibilità e tolleranza al cloro delle specie ortive

Raccomandazioni per la concimazione

 

La qualità per l’alimentazione umana

Gli ortaggi occupano un posto del tutto speciale nell’alimentazione umana. Grazie alle loro proprietà nutrizionali e al basso tenore di grassi, esercitano effetti benefici sulla nostra salute, contribuendo in modo fondamentale al nostro fabbisogno di minerali. La concimazione delle orticole riveste un’importanza strategica, perché consente un apporto mirato dei nutrienti, nel rispetto delle specifiche esigenze nutrizionali in ogni fase del ciclo. Gli ortaggi con elevati standard qualitativi devono soddisfare alcuni requisiti:

 

Valore di mercato Qualità intrinseca,
proprietà salutari e valori nutrizionali
Attitudine
Sapore Elementi nutritivi Consumo fresco
Colore Minerali Conservazione
Forma Vitamine  
Pezzatura Fibre alimentari  
Peso    
Consistenza    

Per tornare all'inizio

 

Il potassio, per elevate performance produttive

Una nutrizione potassica equilibrata rappresenta la condizione indispensabile per conseguire rese elevate e livelli qualitativi superiori. La maggior parte delle orticole ha un grande fabbisogno di potassio, solitamente tre volte superiore a quello d’azoto. In condizioni di media fertilità, la concimazione potassica dipende dal livello delle asportazioni colturali, in base alle quali è possibile distinguere cinque gruppi di ortaggi.

 

Classificazione degli ortaggi in base al loro fabbisogno in potassio

 

Fabbisogno K2O (kg/ha) Specie
Molto basso < 100 broccolo, fagiolino, pisello, valerianella, radicchio, radicchio rosso, cavoletto di Bruxelles, fagiolo rosso, asparago
Low 100-150 cavolfiore, ravizzone, lattuga, prezzemolo, porro, spinacio, granturco dolce, cipolla
Medio 150-200 cavolo cinese, lattuga rossa ricciolina, cavolo rapa, cavolo verza
Alto 200-250 cicoria, lattuga iceberg, indivia, ravanello cinese, cavolo rosso, pomodoro, cavolo bianco
Molto alto > 250 finocchio, carota, barbabietola rossa, sedano rapa, zucchina

Per tornare all'inizio

 

Zolfo e magnesio, a tutela della qualità

Zolfo, eccellenti standard qualitativi

Al fine di garantire la qualità delle produzioni orticole, è necessario soddisfare il loro elevato fabbisogno di zolfo, oltre che di potassio e magnesio. Nell’aglio e nella senape, la concimazione a base di zolfo promuove lo sviluppo di oli aromatici responsabili del gusto e del profumo. Nei cavoli e nell’asparago lo zolfo migliora sapore e odore. La carenza di zolfo induce un basso rapporto N/S, che limita l’efficienza nell’uso dell’azoto da parte della pianta.

 

Il magnesio aumenta il valore di mercato

E’ l’elemento nutritivo responsabile del pigmento verde delle foglie e della colorazione degli ortaggi. Un colore verde pallido degli ortaggi da foglia può abbassarne sensibilmente il valore di mercato. La carenza di magnesio può provocare disturbi metabolici o accumuli di nitrati nelle foglie. Il fabbisogno di magnesio è paragonabile a quello di fosforo: in funzione del livello produttivo e della specie, le orticole impiegano 30-70 kg/ha di MgO.

Per tornare all'inizio

 

Quale concime potassico utilizzare?

La gran parte delle ortive di pieno campo è molto sensibile al cloro, soprattutto negli stadi giovanili (semenzali e giovani piantine). Per tale ragione, in pre-semina / pre-trapianto così come in copertura, è consigliabile apportare potassio e magnesio in forma solfatica.

L’azione positiva dei concimi potassici da solfato è confermata dallo studio riportato nel seguente grafico, che confronta i tassi di germinazione di diverse specie.

Per tornare all'inizio

 

Sensibilità e tolleranza al cloro delle specie ortive

Particolarmente sensibili al cloro per l’intero ciclo vegetativo Tolleranti al cloro
Fagiolo Bietola da costa
Cicoria Sedano rapa
Cetriolo Ravanello
Zucca Asparago
Zucchino  
Cipolla  

Per tornare all'inizio

 

Raccomandazioni per la concimazione

Poiché la maggior parte delle orticole è sensibile al cloro, è opportuno utilizzare concimi da solfato.

 

Concimazione al terreno

  • Patentkali: in base alla fertilità del terreno e alla specie orticola (tabella 1 – pagina iniziale) si dovrebbero applicare 300-1.200 kg/ha. 

    Patentkali®

  • In terreni carenti di magnesio e nei casi in cui le analisi evidenzino un elevato rapporto K / Mg, è necessario applicare 200-300 kg/ha di 

    ESTA® Kieserit gran.

 

Concimazione fogliare 

  • EPSO Top per integrare la concimazione magnesiaca al terreno. In alternativa, EPSO Microtop per prevenire microcarenze di boro e manganese. 20-25 kg/ha in applicazioni frazionate alla concentrazione del 2-3 %.  

    EPSO Top® 

    EPSO Microtop®

  • hortiSUL per la concimazione potassica. Concentrazione fino al 4 % (4 kg di hortiSUL per 100 litri). Può essere impiegato anche in fertirrigazione. 

    hortiSUL®

Scegli un sito web