Concimi  ›   Informazioni tecnica  ›   Colture  ›  

Mais

Mais: coltura dalle elevate performance produttive

Potassio: il presupposto per il massimo risultato produttivo

Magnesio: migliore riempimento della granella

Boro e manganese, per il massimo risultato produttivo

Raccomandazioni per la concimazione

 

Mais: coltura dalle elevate performance produttive

Oltre al tradizionale impiego come mais da granella e da trinciato, la coltura trova crescente impiego come fonte energetica rinnovabile per la produzione di biogas. A questi si aggiungono i nuovi impieghi industriali, ad esempio come materiale assorbente in caso di perdite di idrocarburi oppure come materiale d’imballaggio e d’imbottitura.

Cos’è che rende il mais una coltura ad elevate prestazioni?

  • Sono stati compiuti molti più progressi nel miglioramento genetico e nella selezione di nuove varietà di mais, di quanto fatto in qualsiasi altra specie vegetale.
  • Il mais trasfroma l’energia luminosa in prodotto utile in modo più efficiente.
  • Il mais presenta un elevato tasso di crescita giornaliero. In brevisssimo tempo viene accumulata nella pianta una grande quantità di biomassa verde.
  • Il mais è in grado di convertire anche un massiccio apporto di elementi nutritivi in granella di elevata qualità.

Una concimazione ottimale costituisce pertanto il presupposto imprescindibile per la piena realizzazione del potenziale produttivo della coltura.

 

Fabbisogni nutritivi del mais al crescere del livello produttivo

 

Resa
(t/ha*)
Azoto
(kg/ha)
Fosforo
(kg/ha)
Potassio
(kg/ha)
Magnesio
(kg/ha)

15

190 80 225 45

20

305 125 360 75

25

420

170

495

105

 

* con il 30% di sostanza secca

Per tornare all'inizio

 

Potassio: il presupposto per il massimo risultato produttivo

  • Si stima che, giunti alla formazione dell'ultima foglia (foglia a bandiera) ovvero solo qualche settimana dopo la semina, il mais abbia già assorbito circa 240 kg/ha K2O ha.
  • Il liquame animale è una fonte di potassio insufficiente a soddisfare le esigenze nutritive del mais.
  • La concimazione potassica migliora sensibilmente lo sviluppo della coltura, anche quando le condizioni colturali sono sfavorevoli.
  • Un’adeguata disponibilità di potassio nelle fasi di rapido accrescimento migliora la stabilità della pianta di mais. Si riscontrano così meno problemi dovuti a marciumi dello stocco e all’allettamento, con minori perdite in resa nella fase di raccolta.
  • La migliore azione possibile del potassio si ha soltanto quando l’elemento agisce in combinazione con il magnesio.

 

Per tornare all'inizio

 

Magnesio: migliore riempimento della granella

Il mais ha bisogno di circa 50-70 kg/ha di MgO. In 4-6 settimane, tra le fasi di chiusura delle file e la fioritura, ne assorbe circa i due terzi. Durante questo arco temporale, è necessario tener presenti alcuni concetti:

  • Per garantire una nutrizione magnesiaca equilibrata è necessario che il rapporto K / Mg nel terreno non sia superiore a 2 / 1.
  • Il solo liquame animale, caratterizzato da un rapporto K / Mg di circa 4,5 / 1, rappresenta una fonte di magnesio insufficiente.
  • Un adeguato apporto di magnesio assicura un buon tenore di clorofilla nelle foglie, che si traduce in elevate performance produttive.
  • Un ottimale assorbimento dei nutritivi ed un trasporto degli assimilati rappresentano la migliore premessa possibile per il pieno sviluppo della granella.

 

Risposta produttiva del mais alla concimazione localizzata sulla fila alla semina con ESTA® Kieserit granulare (K+S KALI GmbH – 4 anni di prove sperimentali in 14 siti)

 

Concimazione aziendale abituale
+200-400 kg/ha di ESTA® Kieserit gran.
100 %*
108 %

 

* Resa potenziale di 9 t/ha di sostanza secca per il mais da granella e di 16 t/ha di sostanza secca per quello da trinciato

Per tornare all'inizio

 

Boro e manganese, per il massimo risultato produttivo

Boro

  • Il mais è una coltura molto esigente di boro (150-200 gr/ha).
  • La quantità di boro apportata con il liquame è trascurabile.
  • Il nutriente è responsabile del trasporto degli zuccheri e della sintesi di amido.
  • Favorisce la formazione e lo sviluppo di granella e tutolo.
  • Per uno sviluppo ottimale dei ranghi e delle spighe, è necessario assicurare alla pianta un’adeguato apporto di boro durante lo stadio 4-10 foglie.
  • La nutrizione a base di boro è importante per la resa del mais, in particolare per il rapporto cariossidi / spighe e per una migliore qualità del foraggio, grazie al più alto contenuto energetico.

 

Manganese

  • Anche il manganese come il magnesio, ha un ruolo centrale nella sintesi della clorofilla e nella fotosintesi. Contribuendo a garantire un’assimilazione ottimale della pianta, influenza positivamente la resa.
  • Favorisce la crescita delle radici secondarie e migliora l’assorbimento di nutrienti.
  • La stabilità produttiva della coltura può essere garantita nel tempo solo attraverso un'adeguata disponibilità di nutrienti.
  • Per evitare situazioni di competizione tra manganese e magnesio, è sempre raccomandabile abbinare i due nutritivi nei trattamenti fogliari.

Per tornare all'inizio

 

Raccomandazioni per la concimazione

  • Uno degli obiettivi della concimazione è preservare la fertilità del suolo nel tempo, garantendo la stabilità produttiva delle colture. Ciò richiede il mantenimento di un adeguato contenuto di elementi nutritivi nel terreno, attraverso la restituzione delle asportazioni colturali (frazioni di nutrienti assorbiti dalla granella in base al livello produttivo) e delle perdite (lisciviazione e erosione) tramite l’impiego di concimi.

I fabbisogni totali considerano le asportazioni ed i residui colturali (non reintegrati se lasciati in campo).

 

Concimazione al terreno

La tabella qui di seguito riportata indica le dosi di concimazione raccomandate per il mais, in funzione delle asportazioni colturali, della resa prevista e supponendo un livello medio di fertilità del terreno. Le eventuali perdite per lisciviazione, fissazione o erosione non sono considerate.

 

Fabbisogni totali (residui colturali inclusi) Asportazioni colturali
(prodotto utile)
Raccomandazioni d’impiego
con un livello medio di fertilità del terreno
    Fabbisogni totali Asportazioni colturali
(kg/ha)
K2O / MgO / SO3
(kg/ha)
K2O / MgO / SO3
Potassio Magnesio Potassio Magnesio
Mais da granella e da insilato
(resa di 9 t)
230 / 61 / 40 50 / 31 / 25 575 kg di Korn-Kali® 245 kg di ESTA® Kieserit 125 kg di Korn-Kali® 125 kg di ESTA® Kieserit
    Korn-Kali ESTA Kieserit Korn-Kali ESTA Kieserit
Mais da biomassa
(resa di 22 t)
370 / 50 / 62   925 kg di Korn-Kali® 200 kg di ESTA® Kieserit    
    Korn-Kali ESTA Kieserit    

 

 

Concimazioni fogliari

  • EPSO Top® per soddisfare il fabbisogno in magnesio e zolfo. EPSO Microtop® o EPSO Combitop® per apportare anche i microelementi boro, manganese e zinco. Dose raccomandata di 25-40 kg/ha alla concentrazione del 5 % (5 kg per 100 l d’acqua). Epoca d’impiego: stadio di 4-10 foglie, eventualmente frazionando gli interventi.

     

    EPSO Top®

    EPSO Microtop®

    EPSO Combitop®

Scegli un sito web